Homepage
Homepage


Descrizione San Zeno
Descrizione San Zeno


Per Arrivare
Per Arrivare


Hotels, Appartamenti, Residence
Hotels, Appartamenti, Residence


Ristoranti, Bar, Pizzerie
Ristoranti, Bar, Pizzerie


La Storia del paese
La Storia del Paese


Passeggiate e Sentieri
Passeggiate e Sentieri


Feste e Tradizioni
Feste e Tradizioni


Un Balcone sul Garda > San Zeno di Montagna > I Sentieri > Da Prada a Naole
Scrivici Scriveteci Iscriviti Iscrivetevi La Rubrica Rubrica


SAN ZENO DI MONTAGNA
I Sentieri

Le
Escursioni
Da San Zeno
al Belpo
Da Prada
a Naole
Escursionismo
Valutazione : medio Durata : 6 h
Mountain Bike
Valutazione : difficile Durata : 4 h
Cartina dell' itinerario Appena arrivati al paese di Prada si prende una piccola carrozzabile seguendo le indicazioni per Naole. Percorsi 4 km. in salita si arriva in un pianoro chiamato Due Pozze. Percorsi altri 500 mt. su un fondo sconnesso si arriva ad un bivio dove si tiene la destra ignorando una carrozzabile chiusa da una sbarra (dalla quale si farà ritorno). Si continua faticosamente in direzione nord uscendo progressivamente dell'ombra della faggeta; raggiunto un altro incrocio non si prosegue diritti ma si devia a destra. Terminata una salita molto ripida si arriva in poco tempo al Forte di Naole. Aggirandolo dal versante sud e proseguendo dal lato ovest del forte si prosegue per un sentiero poco visibile (segnaletica bianco-rossa) che conduce alla vicina Bocchetta di Naole. Qui si proseguirà verso nord seguendo la segnaletica per il rifugio Chierego e Telegrafo. Arrivati in cima alla cresta, si scende per un breve tratto per arrivare alla sottostante carrareccia abbandonata in precedenza, che ora si riprende per arrivare con difficoltà al termine della seggiovia di Costabella a Baita dei Fiori. Il rifugio Chierego Si riprende la salita e dopo un ripido sentiero si raggiunge il rifugio Chierego. Arrivati fin qui comincia il ritorno. Si riparte girando a sinistra per ritornare a Baita dei Fiori. Da qui costeggiando la seggiovia si scende su prato per arrivare alla stazione intermedia, il rifugio Mondini. Si scende ancora in direzione sud, rimanendo inizialmente su un costone, per poi raggiungere una vasca dove si ritrova la segnaletica bianco-rossa e ci si dirige verso l'inizio della faggeta. Perdendo quota, un ultima salita conduce a due incroci nei pressi dei Baiti di Ortigara. Ad entrambi si tiene la destra scendendo all'interno della faggeta di Ortigara, si arriva ad un incrocio con la carrozzabile utilizzata all'andata che ora presa in discesa, in breve tempo riporta alle Due Pozze. Da qui si segue a ritroso la strada fatta all'inizio e ci si ritrova al paese di Prada.

Le informazioni generali, i suggerimenti per gli escursionisti e le mappa dell'itinerario sono tratti dal libro " Mountain bike ed escursionismo " di Luca Bussola edizioni Centro Turistico Giovanile.

torna a inizio pagina torna a inizio pagina

Un Balcone sul Garda -- Un Balcone sul Garda -- Realizzato da G.Finotti  ©Copryright-tutti i diritti sono riservati